lifting delle bracciaL’indicazione a questo intervento è la presenza a livello delle braccia di un accumulo di pelle senza elasticità associato o meno ad un eccesso di grasso. In questi casi il braccio assume un aspetto grottesco che gli americani chiamano “batwing” (braccia da pipistrello).

Secondo l’entità della pelle in eccesso questa potrà essere rimossa incidendo solamente a livello del cavo ascellare (eventualità meno frequente) oppure lungo una linea che dall’ascella si dirige verso il gomito. In presenza di un concomitante eccesso di grasso si esegue anche una blanda lipoaspirazione. Nel corso dell’intervento si agisce anche sulla fascia muscolare per rimettere maggiormente in tensione l’area. Dopo la rimozione della cute in eccesso si esegue una attenta sutura estetica. La cicatrice sarà visibile nei primi 6-12 mesi poi si attenuerà progressivamente. L’intervento viene eseguito in anestesia locale e sedazione, raramente in anestesia generale, e la dimissione avviene in giornata.

È un intervento che spesse volte deve essere eseguito nei pazienti che hanno presentato un notevole dimagramento a seguito di una dieta ferrea o indotto da una chirurgia per l’obesità (Chirurgia Bariatrica). Talvolta in questi pazienti può essere associata anche una addominoplastica o un lifting delle cosce.

Lascia un commento

Facebook