ginecomastia

Questo inestetismo dell’uomo è dovuto ad un eccesso di sviluppo o della ghiandola mammaria (vera ginecomastia) o del grasso (falsa ginecomastia) o di entrambi i tessuti (forma mista). Vissuto come uno strano scherzo della natura, crea un senso di disagio nelle situazioni più svariate (al mare, in piscina, in palestra, nell’attività sportiva).

Possono esservi vari livelli di gravità che richiedono trattamenti differenti.

Nelle situazioni più semplici, in cui non vi è un eccesso di pelle, ci si limita alla rimozione del tessuto adiposo (con una lipoaspirazione a cui residua una sola piccola cicatrice) o ghiandolare (con una adenectomia per la quale si incide la pelle attorno all’areola). Nel caso invece in cui vi sia un eccesso di pelle sarà necessario rimuoverla tramite una asportazione attorno all’areola (e nei casi più gravi nel polo inferiore).

Attualmente è possibile, tramite delle cannule particolari, trattare con una semplice lipoaspirazione anche i casi di ginecomastia dovuti ad un eccesso ghiandolare lasciando, quindi, solamente delle piccolissime cicatrici.

I risultati sono permanenti. (anestesia: generale oppure locale e sedazione, durata 1-1,5 ore).

Lascia un commento

Facebook