cheiloplastica(aumento delle labbra del volto – cheiloplastica)

Possedere delle belle labbra, voluminose, carnose, proporzionate ma… non volgari.

Quante volte i chirurghi plastici si sono sentiti rivolgere questa richiesta. Salvo poi notare che, talvolta, le stesse pazienti poi vogliono delle labbra eccessivamente voluminose e disarmoniche!

Dunque, come prima cosa, occorre capire bene le richieste delle pazienti e poi, assieme ad esse, valutare che cosa ottenere.

Anche in quest’area lo studio delle proporzioni è preponderante. Occorre capire se aumentare solo il contorno, oppure anche il volume; se aumentare la proiezione di tutto o solamente di parte delle labbra; se è presente un “codice a barre” inaccettabile; se vi sia una eccessiva distanza tra base del naso e labbro superiore, ecc.

Varie situazioni cliniche e quindi…. varie soluzioni.

Dobbiamo dire, che al giorno d’oggi, grazie ai filler (mi raccomando… solamente riassorbibili, per evitare, anche a distanza di anni, situazioni pericolose!) si possono trattare quasi tutte le situazioni sopracitate. Il ricorso alla vera chirurgia si propone solo in una piccola parte dei casi.

In linea generale possiamo prospettare le seguenti soluzioni:

fillers a base di acido ialuronico, aumento con il proprio grasso (lipofilling), aumento con innesti dermo-adiposi, corner lifts (per correggere angoli labiali molto inclinati), lifting del labbro superiore, dermoabrasioni e laser resurfacing (per il codice a barre), tossina botulinica.

Il Dr. Baldo preferisce non utilizzare sostanze sintetiche permanenti (tipo il goretex recentemente riproposto o altro) per l’elevato rischio di estrusione, di infezione, di rigetto, di incapsulamento, ecc.

Ricordiamoci poi il divieto assoluto nell’utilizzo del SILICONE!

Lascia un commento

Facebook